Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
GRANDE PERFORMANCE DEI GIOVANISSIMI ESORDIENTI DELLO YAMASHITA JUDO CLUB DI GIANO DELL’UMBRIA AI CAMPIONATO ITALIANO ESORDIENTI – LIDO DI OSTIA – PALFIJLKAM 27-28 MARZO 2004 - GLI ATLETI CADETTI E JUNIORES NON SONO DA MENO: IL 3 E 4 APRILE UNO STREPITOSO ANDREA BALDINI ESPUGNA IL XXII TROFEO CITTA’ DEL PALIO A SIENA.. Ostia Lido 27-28 marzo 2004 Dopo lo splendido sesto posto in classifica nazionale per società, ottenuto ai recenti Campionati italiani Juniores svoltisi il 6 marzo u.s. a Genova, lo Yamashita Judo Club di Giano ha partecipato alle finali del campionato italiano esordienti svoltesi al Palafijlkam di Ostia Lido il 27 e 28 marzo u.s. La squadra era formata di quattro elementi: Elia Plini kg 46, Diego Bacci kg 50, Michele Piergentili kg 66, Lucia Moretti Kg + 63. Soddisfacente complessivamente il risultato le piccolo gruppo di giovanissimi tutti classe 1990. Ottime le prove di Lucia Moretti ed Elia Plini. Lucia su 26 finaliste si è classificata la settimo posto vincendo per ippon i primi due incontri, perdendo il terzo che le avrebbe consentito l’accesso alla semifinale. Anche nell’incontro di recupero, Lucia per uno shido, deve cedere il passo all’avversaria. Nei 46 kg Maschi i finalisti sono 40. Elia Plini protagonista di ben sei incontri che comunque non sono bastati per l’accesso in finale, si comporta molto bene con tre vittorie per ippon in altrettanti incontri. Deve cedere al quarto incontro ad un forte avversario palermitano che comunque lo recupera. Solamente due vittorie e il valido atleta di Giano si troverebbe in finale per il terzo e quinto posto. Vince per ippon il primo incontro di recupero, ma, non più lucido, subisce yuko nel secondo incontro che gli costa l’accesso in finale. Una gara per maturare esperienza invece per i meno esperti Bacci e Piergentili che cedono le armi dopo il primo incontro. Con un pizzico di fortuna e di maggiore concentrazione sia Lucia Moretti che Elia Plini avrebbero potuto arrivare in medaglia. Son giovani dice il loro tecnico Lamberto Parmigiano Calmieri, se si divertiranno con il judo, potranno dimostrare in futuro il loro valore. Siena 3-4 aprile 2004 Convocati in squadra regionale Andrea Baldini e Fabio Andreoli, insieme: all’atleta del Judolimpic Perugia Luca Poeta, e a Stefania Meniconi del judo Kodokan Spello, hanno dato dimostrazione di grande maturità tecnica ed agonistica in un torneo internazionale Under 20, quello della Città del Palio, tra i più blasonati ed importanti tecnicamente organizzati in Italia. Fabio Andreoli ancora cadetto il più giovane del trofeo, nella circostanza sperimentava la cat. 60 kg, di peso dove erano presenti, proprio nella sua poulle il secondo ed il terzo classificato al campionato italiano juniores. Dopo aver superato l’atleta giapponese per ippon. Si trovava di fronte atleti fisicamente più forti di lui e doveva cedere il passo in un torneo che l’aveva visto sul podio del terzo posto lo scorso anno nella cat. Kg 55. Andrea Baldini che nel 2003 si dovette accontentare del quinto posto, quest’anno è salito sul gradino più alto del podio dopo due magistrali ippon. Il primo di uchi mata con cui metteva fuori gara il forte atleta ungherese. Il secondo con un gaeshi su attacco di uchi mata dell’avversario, lo stesso con cui aveva perso il terzo posto al recente Campionato italiano juniores del 6 marzo a Genova. Questa medaglia d’oro, dice il tecnico Lamberto Parmegiano Palmeri sicuramente incoraggerà Andrea che il 17 aprile parteciperà, sempre nella categoria kg 100, ai Campionati Italiani Assoluti di Torino.